Magnete al neodimio parallelepipedo 5x5x2 Au 80 °C, VMM8-N45

  • -63%
Con noi puoi stare tranquillo
Negozio online n° 1di magneti
Più di 4 000 000 di magneti a magazzino
In magazzino
Spediamo oggi
20895
8595133904001
Prezzo comune 0,18 € Sconto -63%
0,06 €/pz IVA esclusa

Parametri

Forza adesiva (kg) ? 0,9
Forza adesiva (N) ? 9
Proprietà magnetiche ? VMM8-N45
Altezza C (mm) ? 2
Resistenza termica (°C) ? 80 °C
Peso (g) 0,38
Larghezza B (mm) ? 5
Finitura ? oro
Lunghezza A (mm) ? 5
Forma del magnete Parallelepipedi magnetizzati perpendicolarmente alla superficie
Tolleranza (± mm) 0,1
Secondo la forma Blocchi

Vettori

Descrizione aggiuntiva

Come si misura la forza di attrazione di un magnete?

La forza di attrazione è la forza necessaria per staccare un magnete da un supporto d'acciaio (magnetico) nelle seguenti condizioni:

• Il supporto deve essere realizzato in acciaio puro e avere uno spessore di almeno 10 mm.

• Il magnete tocca l'oggetto con tutta la sua superficie, quindi è necessario garantire un contatto perfetto tra il magnete e il supporto.

• Il magnete è tirato perpendicolarmente al supporto.

Che cosa riduce la forza magnetica di un magnete?

• Il magnete non tocca l'oggetto con tutta la sua superficie perché l'oggetto in questione ha una superficie irregolare.

• Il magnete può scivolare lateralmente se non è tirato perpendicolarmente alla superficie, quindi il magnete si stacca molto più facilmente.

• L'oggetto magnetico non è realizzato in acciaio puro (magnetico), probabilmente sulla superficie è presente uno strato di vernice, di gomma, di plastica o di altro materiale che aumenta la distanza tra il magnete e il supporto metallico.

• Il magnete non tocca l'oggetto, maggiore è la distanza tra il magnete e il supporto metallico, minore è la forza magnetica.

• L'oggetto è corroso.

Trattamento superficiale del magnete

Il nichel è applicato sulla superficie del magnete per proteggerlo dalla corrosione. Attenzione, se usato all'aperto per lunghi periodi o se il trattamento superficiale si altera, il magnete comincerà ad ossidarsi.

I magneti al neodimio sono molto inclini alla corrosione, pertanto, per il loro trattamento superficiale viene generalmente utilizzato nichel (10-20 µm), zinco (5-10 µm), oro (5-10 µm), resina epossidica (20-30 µm), eventualmente la superficie viene trattata mediante passivazione (0 µm). Lo strato intermedio prima del trattamento superficiale è di solito in rame.

Confronto tra magnete al neodimio e magnete in ferrite

Pregi (magnete in ferrite/magnete al neodimio)

- I magneti al neodimio più forti possono reggere fino a mille volte il loro peso

- La dimensione minima di un magnete al neodimio supera di diverse volte le prestazioni di un magnete in ferrite

- I magneti al neodimio si realizzano mediante taglio, quindi è possibile creare su misura pressoché "qualsiasi" forma. Per la produzione di magneti in ferrite, di solito è necessario uno stampo a pressione. Per alcune dimensioni si può anche optare per il taglio, ma solo per quantità maggiori

Svantaggi (magnete in ferrite/magnete al neodimio)

- I magneti al neodimio sono più costosi

- I magneti al neodimio sono inclini alla corrosione

- I magneti in ferrite hanno tutti la stessa resistenza termica, non è necessario scegliere diversi tipi di materiali come nel caso dei magneti al neodimio, in cui la resistenza termica è determinata dal tipo di materiale

I magneti al neodimio sono prodotti tramite sinterizzazione e la loro anisotropia è di solito già preimpostata durante la produzione di semilavorati, che vengono poi utilizzati per tagliare il magnete con le specifiche dimensioni finali. Pertanto, tranne in casi eccezionali, non è possibile scegliere il tipo di magnetizzazione dopo che la dimensione finale del magnete al neodimio è completa. Al contrario, i magneti isotropi in ferrite possono essere magnetizzati in diverse varianti e direzioni usando l'agente magnetizzante scelto. Anche i magneti anisotropi in ferrite hanno la direzione di magnetizzazione impostata durante la produzione, perché sono pressati a umido, ossia nella direzione di magnetizzazione prestabilita.

MAGNETI IN FERRITE / MAGNETI AL NEODIMIO: I forti magneti al neodimio possono causare un'alterazione della direzione della magnetizzazione o la completa smagnetizzazione (perdita di forza magnetica) dei magneti in ferrite. Pertanto, non avvicinare né unire magneti al neodimio e magneti in ferrite. Conservarli ad una distanza di almeno 10 cm l'uno dall'altro.

Per maggiori informazioni, accedere alle domande frequenti dei clienti o contattarci.

Dichiarazione ROHS

16 altri prodotti nella medesima categoria: